DALILA: LA MATA HARI DELL’ANTICHITA’

Nella bibbia vi sono molti racconti che narrano vicende di profeti e di eroi e quella di cui vi parliamo oggi è la speciale storia di Dalida e del grande eroe biblico contrassegnato da una nomea di eccesso di forza bruta che garantiva protezione ma anche incuteva timore… parliamo del mitico Sansone.

Sembra che la forza straordinaria, disumana, oggi diremmo da supereroe della Marvel, fosse entrata nel corpo di Sansone attraverso i capelli, egli era così poco incline ad andare dal parrucchiere e si faceva crescere a dismisura i capelli che poi lui intrecciava per comodità, una capigliatura più simile ad un rasta come Bob Marley che ad un eroe dell’antichità. Il risultato estetico non crediamo fosse granchè ma la sua forza e il suo aspetto ne giovarono.

Come tutti, anche Sansone, aveva dei difetti, il più tramandato è quello della debolezza di fronte alla bellezza femminile per la quale si lasciava soggiogare.

In quel tempo Gli Ebrei erano in guerra con i Filistei, popolazione magrolina, perciò di fronte alla potenza di Sansone erano piuttosto inermi ma d’altro canto molto astuti.

Un giorno, però, mentre Sansone si era invaghito della sua ultima fiamma di nome Dalila, I Filistei contattarono la donna e gli promisero un sacco di soldi se ella avesse scoperto da dove veniva la forza di Sansone assoldandola come spia, una sorta di Mata Hari dell’antichità.

Così in una sera di coccole a cui Sansone non riusciva a sottrarsi, dopo molte insistenze, Dalila si fece dire il segreto della sua forza e dopo averlo fatto addormentare chiamò un parrucchiere e gli fece rasare a zero la testa.

Ripresosi Sansone si ritrovò pelato e privo di forze.

Dalila informò i Filistei che la sua missione aveva avuto successo e consegnò Sansone ai Filistei che lo imprigionarono, lo accecarono e lo misero a far girare una macina come uno schiavo qualsiasi.

Non contenti durante una festa pubblica lo esposero, affinchè tutti potevano vedere quanto era impotente, lo legarono tra due colonne del tempio sicuri di non dover temere più nulla.

I Filistei, oltre a essere magrolini, erano anche abbastanza ingenui e non si accorsero che nel frattempo, come ovvio, i capelli di Sansone stavano ricrescendo e con essi la sua forza.

Sansone, benché accecato, sentì il fastidio dei peli sulla testa e si accorse che era tornato in forze, così, al culmine dei festeggiamenti Sansone fece l’esclamazione che lo fece entrare nella storia dell’umanità, disse “ muoia Sansone con tutti i Filistei” e mentre questi lo guardavano ridendo fece crollare le colonne a cui era legato e con esse il tempio franò su lui e su una quantità esagerata di Filistei.

La cosa più interessante, però, è la conseguenza che questa storia ha portato con sé nei secoli, ovvero la cura dei capelli e la proliferazione di lozioni varie ma poco magiche, benché spacciate per tali, che interessò tutti i popoli a seguire, anche se non ci risulta che nessuna lozione abbia mai trasformato qualcuno in un possente forzuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: