1310 a.C. NON FATE ARRABBIARE GLI ASSIRI

Nell’anno 1310 a.C. il confronto più cruento in Mesopotamia avviene fra gli Assiri e i Babilonesi, un confronto atto a stabilire i confini dei rispettivi regni.

Fra uno spostamento e l’altro della dogana con relativi scontri e provocazioni accade che nel Mitanni, terra assoggettata agli Assiri ma mai doma, c’è chi vuole approfittare dell’impegno Assiro in altre questioni per tentare una improbabile ribellione e indipendenza.

Nel Mitanni diventa Re Shattuara I, un Re di nome e non di fatto perchè vassallo degli Assiri, un Re dal carattere piuttosto spocchioso e provocatore che fa arrabbiare gli Assiri con ripetute dichiarazioni irrispettose verso il loro Re, il quale, offeso, nonostante impegnato altrove non se lo fece ripetere più volte, raggiungendo in batter d’occhio il Mitanni e dopo avergli dato una lezione e catturato lo portò in catene per le vie della sua capitale, pratica abbastanza in uso da quelle parti.

Come se tale umiliazione non fosse stata sufficiente egli dovrà  pagare un tributo e promettere sottomissione per poter tornare a casa, dove non ci è dato sapere come fu accolto dal suo popolo, ma il fatto che non se ne è sentito più parlare la dice già lunga sull’accoglienza ricevuta.

Non soddisfatti, nel Mitanni scelsero un altro Re e andarono a prendere suo figlio, Wasashatta, un tipo un po’ cafone, maleducato e trasandato, pure recidivo perché fece lo stesso errore del padre, nonostante in questo periodo era abbastanza chiaro che gli Assiri fossero nettamente i più forti della regione, avendo, tra l’altro, appena sconfitto il Re cassita di Babilonia Nazimarrutash, che pare sia stato il primo nazista della storia, non che i Re Assiri avessero un comportamento molto diverso.

Nazimarrutash viene sconfitto nella battaglia di Kar-Ishtar, rendendo anche Babilonia un vassallo del regno Assiro.

Finita la missione gli Assiri tornarono nel Mitanni e finirono il lavoro contro la dinastia più maleducata della regione, dando una lezione memorabile al Re cafone e sottomettendo, anzi, annettendo definitivamente questa regione senza la possibilità che venisse eletto un nuovo Re che, dato i precedenti, questo popolo non era in grado di trovarne uno degno di tale nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: